Perché le diete non funzionano

Le diete spesso non funzionano perché ci costringono a mangiare in un modo che non sentiamo nostro e che non sentiamo essere adatto a noi.

Per un po’ resistiamo nel seguire un regime alimentare che ci costringe a pesare cosa mangiamo e magari addirittura a contare i macros (macronutrienti: carboidrati, proteine e grassi) con app improbabili, ma dopo un po’, anche se magari abbiamo ottenuto risultati, la motivazione scema e la sensazione di sentirsi in gabbia la fa da padrone e mandiamo tutto all’aria.

NON SIAMO NOI AD ESSERE SBAGLIATE. E’ LA DIETA AD ESSERE SBAGLIATA!

E’ il concetto di dieta di per se a non avere senso.
La sola parola “dieta” fa spesso pensare ad un piano alimentare calcolato nei minimi dettagli da seguire in modo pedissequo per raggiungere un obiettivo e come tale, quindi, temporanea.

Anche la stessa MISSIONE BIKINI che è sicuramente utile per dare una sferzata al metabolismo, è insostenibile sul lungo periodo perché condiziona troppo: se ti invitano disgraziatamente a cena durante la FASE 2 è un dramma!

Per non parlare dei continui shock che ha il corpo che, si, servono appunto per dare una sferzata al metabolismo, ma il nostro corpo è fatto per avere una routine: il nostro corpo (e quindi noi!) per stare bene ha bisogno di sentirsi al sicuro e di avere una regolarità.

La soluzione?

La soluzione è intraprendere un percorso che ci permetta di creare nuove abitudini alimentari sostenibili nel tempo. Un percorso che ci insegni a mangiare intuitivamente e ad ascoltare i messaggi del nostro corpo.

Se non avete voglia di mangiare una cosa quel in determinato giorno, perché mai dovreste sforzarvi di mangiarla solo perché “è scritto nella dieta”? Non esiste!

Soprattutto per noi donne che abbiamo anche un ciclo mestruale e quindi degli ormoni che controllano il nostro appetito e le nostre voglie, è assurdo dover seguire in modo rigido una dieta, che puntualmente quando si avvicina il ciclo non si rispetta o, se si rispetta, si litiga con tutti. Vi è mai successo?

Ascoltarsi e assecondare le voglie, sia chiaro, non significa mangiarsi un pacco di pan-di-stelle-pucciato-nella-nutella perché “ne avevo voglia”, ma essere consapevoli che magari vicino al ciclo si ha più voglia di cioccolato e assecondare quella voglia con serenità sapendo però scegliere che tipo di cioccolato mangiare ad esempio.

Il vero obiettivo a cui tutte dovremmo aspirare è di imparare ad ascoltarci e solo mangiando alimenti naturali si può arrivare a quella consapevolezza e ad essere in grado di saper scegliere tra tanti alimenti quello che fa bene a noi in quel preciso istante.

E, fidatevi di noi, quando si arriva a quella consapevolezza la voglia di “pan-di-stelle-pucciato-nella-nutella” non viene più, ma lascia spazio al desiderio per una cioccolata calda o un nana-icecream con del cacao.

La verità è che a questa consapevolezza non si arriva solo mangiando naturale, ma anche facendo un lavoro su se stesse: spesso il rapporto conflittuale che alcune di noi hanno con il cibo non dipende dal cibo in se, ma dalla nostra testa, dal nostro non amarci e non accettarci per come siamo.

Come raggiungere la consapevolezza?

Se ti stai domandando come raggiungere questa consapevolezza, sei capitata nel posto giusto.

Abbiamo creato Shine Program proprio per questo: un programma di 5 settimane che ti aiuta a trovare il giusto equilibrio nell’alimentazione e ad amarti di più per lasciar andare tutte le emozioni legate al cibo che ti hanno impedito di raggiungere il tuo obiettivo finora. Ma da oggi il tuo obiettivo, la migliore versione di te stessa, è a portata di mano. Dipende solo da te.

Iscriviti oggi a Shine Program.

Raccontaci di te!

Ti è mai capitato di seguire una dieta e poi vederla fallire miseramente? Come ti sei sentita?

Ti potrebbe anche interessare…

Nana-icecream (gelato di banana) alle more Shine

Leggi tutto

Cellulite: cause e rimedi

Leggi tutto

Dieta iperproteica: perché fa male?

Leggi tutto